Alitosi: cause e rimedi

L'alitosi, ovvero l'alito cattivo, è una condizione per cui una persona emana un odore sgradevole dalla bocca.

Il "respiro mattutino" quotidiano con cui la maggior parte delle persone si sveglia non è alitosi, né lo sono i cinque minuti di alito cattivo che si hanno solitamente dopo aver mangiato occasionalmente un pasto esotico molto speziato. La vera alitosi è un odore persistente che non scompare dopo l'uso di spazzolino, filo interdentale e collutorio. Può essere demoralizzante e imbarazzante, tanto che molte persone sono riluttanti a parlarne anche con il loro dentista. Tuttavia, si tratta di una patologia piuttosto comune e, quindi, piuttosto semplice da trattare.

CAUSE DELL’ALITOSI

L'alitosi è associata ad una serie di possibili cause, la maggior parte delle quali sono di natura orale: carie, infiammazione gengivale, otturazioni rovinate e protesi non pulite adeguatamente. Ad esse si affiancano poi fattori dietetici. Diete ricche di proteine, cibi acidi, dolci e, naturalmente, un uso abbondante e costante di cipolle e aglio sono tra i peggiori nemici. Lo stesso vale per il consumo eccessivo di caffè e alcol. I fumatori corrono poi un rischio ancora maggiore.

Sebbene in rari casi, anche le malattie polmonari, alcuni tumori e le infezioni a carico delle tonsille possono causare l'alitosi. Lo stesso vale per alcune patologie ematiche e alcune malattie polmonari e renali. Una causa medica più comune è probabilmente il diabete, a causa della fluttuazione dei livelli di zucchero nel sangue, del reflusso acido e del gocciolamento retronasale. Anche una comune infezione dei seni paranasali può influenzare l'alito a causa dell'accumulo di muco.

RIMEDI PER L'ALITOSI

Poiché la maggior parte dei casi di alitosi ha origine all'interno della bocca, il primo passo dovrebbe essere una rivalutazione della tecnica di spazzolamento e sciacquo di base. Se la pulizia dei denti è necessaria, è di fondamentale importanza prestare maggiore attenzione alla pulizia della lingua, in quanto è su di essa che si trova una grande quantità di batteri responsabili dell'alito cattivo. Pulisci la lingua, passa poi il filo interdentale e, quindi, esegui lo sciacquo. Ricorda che lo spazzolino da solo pulisce solo il 25% della bocca. Aggiungi l'uso di un collutorio per pulire tutto il cavo orale.

ALITOSI CRONICA

La condizione dell’alitosi cronica si ha quando l’alito cattivo è presente in tutti i momenti della giornata.

Se l’alitosi è cronica e persiste nonostante una scrupolosa pulizia dei denti con spazzolino, filo interdentale e collutorio, è bene rivolgersi a un dentista se si ritiene che le cause risiedano nella bocca, o da altri specialisti se si ritiene che risiedano altrove. Non avere paura e non sentirti a disagio nel condividere il tuo segreto con un professionista esperto. Molto probabilmente sarà in grado di diagnosticare e curare la causa dei tuoi problemi di alito cattivo.

Rimedi per l'alito cattivo