Gengivite: una patologia molto comune.

La scheda informativa: Gengivite: cause, prevenzione e cure

i sintomi della gengivite

La gengivite é un’infiammazione delle gengive, ovvero il tessuto che circonda i denti, causandone l’arrossamento e il gonfiore, che puó colpire chiunque e a qualunque etá. Uno dei primi sintomi é il sanguinamento delle gengive durante lo spazzolamento dei denti, è il primo segnale della presenza di un’infiammazione. Raramente causa dolore al suo primo stadio, ma se non viene trattata adeguatamente puó evolvere e diventare dolorosa. La gengivite puó essere evitata con un’adeguata igiene orale che include un corretto spazzolamento dei denti e l’utilizzo regolare di un collutorio antibatterico specifico  come LISTERINE DIFESA DENTI E GENGIVE. Grazie alla sua formulazione a base di fluoruro, aiuta a prevenire l’insorgenza di carie e i problemi gengivali, rimuovendo la placca dentale – la principale causa della gengivite.

 

GENGIVITE

La principale causa della gengivite é l’accumulo di placca sulla linea gengivale. La placca contiene i batteri che attaccano la gengiva e ne causano l’infiammazione.

 

Esistono tre diversi stati di gengivite, ed ognuno di essi si presenta con sintomi diversi:

  • Stadio 1: Lesione primitiva

La gengivite non é particolarmente pronunciata, sanguina leggermente durante lo spazzolamento. Il rossore delle gengive é quasi impercettibile.

  • Stage 2: lesione iniziale

Moderata gengivite, il sanguinamento delle gengive dopo lo spazzolamento è aumentato, le gengive sono arrossate e leggermente gonfie. 

  • Stage 3: lesione conclamata

Gengivite grave, con sanguinamento spontaneo. È coinvolto anche l’epitelio giunzionale il quale non aderisce piú correttamente alla superficie del dente, causando l’allargamento del solco gengivale, ovvero lo spazio compreso tra la gengiva e il dente.   

La gengivite è una patologia reversibile, ed essendo la placca la sua causa principale, con un’adeguata igiene orale e l’aiuto del dentista è possibile risolvere il problema.

DENTI E GENGIVE AFFETTI DA GENGIVITE (A SINISTRA) E PARODONTITE (A DESTRA)

LO STADIO SUCCESSIVO DELLA GENGIVITE, OVVERO LA PARODONTITE.

Se la placca non viene eliminata, i batteri possono attaccare i tessuti parodontali, ovvero la gengiva, l’osso alveolare, il legamento parodontale e il cemento. Se l’infezione progredisce puó arrivare a distruggere i legamenti del dente e i tessuti circostanti, causando cosí la  separazione della gengiva dal dente e creando quella che viene chiamata sacca parodontale. In questo stadio le gengive sono molto arrossate e gonfie, al punto da ostacolare quasi del tutto la masticazione. L’infiammazione puó raggiungere anche l’osso alveolare, situato alla radice del dente, quando avviene ció, il dente si allenta e puó anche cadere.   

Questa fase é definita parodontite, la principale causa della perdita di denti in etá adulta. Nei casi piú gravi subentrano anche ascessi e alitosi.

 

DALLA GENGIVITE ALLA PARODONTITE

Non tutti i casi di gengivite degenerano in parodontite e tutt’oggi non si è ancora del tutto certi del perché questo avvenga. Sicuramente ha a che fare con la quantitá e l’aggressivitá dei batteri cosí come il tipo di risposta immunitaria del singolo soggetto. 

La forma piú comune di parodontite é quella definita cronica. Si sviluppa molto lentamente tra i 30 e i 40 anni, ed è la diretta conseguenza di una gengivite sviluppata in etá adolescenziale.

Esiste anche un’altra forma di parodontite, detta acuta, che insorge improvvisamente ed ha uno sviluppo molto rapido.

Di qualunque tipo sia, la parodontite puó essere trattata solamente dal dentista. Se rossore, sanguinamento, gonfiore o mal di denti dovessero apparire insieme o separatamente, occorre contattare immediatamente il proprio dentista di fiducia. 

Footnotes list:

    COOKIE SETTINGS PANEL

    1st Party cookies: Necessary Cookie =:: Enhancement=

    When you refuse the use of - 1st or 3rd party - cookies, this site will not behave as designed due to the unavailability of cookies.