Skip to main content

Alito Cattivo: i 5 alimenti responsabili

Spazzolarsi i denti, passare il filo interdentale e usare un collutorio sono tutti ottimi modi per mantenere la bocca sana e pulita. Tuttavia, nonostante tutte queste manovre difensive, di tanto in tanto l'alito potrebbe comunque diventare un po' sgradevole. Non c'è però da preoccuparsi. Un gran numero di tutte le cause dell'alito cattivo è proprio sotto il nostro naso. Si tratta infatti degli alimenti che mangiamo. Di seguito elenchiamo alcuni dei principali responsabili:

N. 1: aglio

Sebbene non sia affatto sorprendente che l'aglio compaia in questo elenco, ciò che potrebbe causare stupore è il modo in cui l'aglio può lasciare il suo segno sulfureo non solo sulla lingua. L'aglio viene infatti anche assorbito nel flusso sanguigno, cosa che fa sì che si verifichi un'ondata secondaria di odore nei polmoni, da dove può liberamente sfuggire attraverso la bocca. Una volta assorbito, l'aglio emana un odore amaro dai pori. Nulla di tutto questo, tuttavia, dovrebbe essere un motivo per abbandonare completamente l'aglio. Basta cercare di non esagerare e, dopo mangiato, eliminare i residui d'aglio presenti in bocca con lo spazzolino e il filo interdentale. Ricordati inoltre di usare il collutorio due volte al giorno.

N. 2: cipolle

Come per l'aglio, l'odore delle cipolle persiste a lungo dopo aver finito di mangiarle. Ciò accade perché entrambi contengono composti sulfurei che vengono assorbiti nel flusso sanguigno e riappaiono quando meno lo si aspetta. Proteggiti di più utilizzando spazzolino, filo interdentale e collutorio.

N. 3: prodotti lattiero-caseari

Il latte fa bene all'organismo ma può sporcare la bocca. Infatti, i batteri naturali che si trovano sulla lingua si nutrono degli aminoacidi presenti nel latte e nei formaggi, con conseguente formazione di un odore sgradevole e poco attraente.

N. 4: tonno in scatola

Nessuno confonderà mai l'odore di pesce con, ad esempio, quello di caprifoglio. Il tonno in scatola, però, porta il cattivo odore ad un livello completamente nuovo. Il pesce emette infatti un odore sempre più acido e rancido man mano che si ossida, e questo processo naturale è aggravato dal processo di conservazione in una latta scura di metallo.

N. 5: rafano

Quando la cosa che dà ad una pianta il suo sapore distintivo è anche la sua difesa naturale contro gli animali affamati, si sa che l'eeffetti  secondario si protrarrà anche dopo che la pianta sarà stata digerita. È il caso del rafano. Il composto chimico isotiocianato è ciò che permette a questa radice comune di conferire un sapore e un odore unici a salse cocktail, a condimenti e... all'alito.

Rimedi per l'alito cattivo

LISTERINE® Cool Mint

LISTERINE® Cool Mint Gusto Delicato

LISTERINE® Fresh Burst

Che cos'è l'alitosi?

Problemi di salute comuni responsabili dell'alito cattivo

In che modo la secchezza della bocca causa l'alito cattivo

Abitudini che causano l'alito cattivo